Protocollo TETRA per i disturbi dell’apprendimento

Protocollo TETRA per i disturbi dell’apprendimento

Il PROTOCOLLO TETRA è un software applicato attraverso uno strumento computerizzato che viene somministrato al paziente dopo la visita ortottica, in caso di sospetto disturbo visuopercettivi e/o dell’apprendimento, come la dislessia. 

L'esame consente di approfondire la valutazione di un ipotetico disturbo dell’apprendimento, DSA, e fornire un trattamento riabilitativo multidisciplinare.

Consta di rapidi test:

- lettura di parole e non parole;

- sensibilità al contrasto;

- eidomorfometria: per valutare l’alterazione dei rapporti spaziali (nei bambini dislessici il mondo appare più schiacciato sul piano orizzontale, motivo per cui le lettere risultano sovrapposte, attorcigliate e confuse, provocando una lettura lenta, inversione delle sillabe e di conseguenza maggiore stanchezza, mancanza di concentrazione nel bambino);

- dominanza motoria e sensoriale: il dislessico visivo risente di un’instabilità di dominanza motoria tale da rendere imprecisa ed instabile la fissazione durante l’analisi sequenziale delle lettere. Tale instabilità di fissazione si traduce in una lettura lenta ed imprecisa. Il dislessico risente anche di una dominanza sensoriale alterata, tale da comportare una mancata percezione del testo, che nella lettura si traduce in un’omissione delle lettere. 

Al termine della visita viene redatta una relazione dettagliata che andrà ad approfondire il lavoro dei colleghi logopedisti, psicologi e terapisti della neuropsicomotricità infantile.