Campo Visivo Computerizzato

Campo Visivo Computerizzato

Effettuato mediante uno strumento computerizzato non invasivo, consente di esaminare la sensibilità luminosa retinica. Questo parametro può risultare alterato nel glaucoma, nella maculopatia, nelle neuriti ottiche, nelle alterazioni delle vie ottiche posteriori, in tutte le alterazioni neruoftalmologiche (esiti di ictus, ischemie ed emorragie cerebrali, nei tumori cerebrali) e in caso di somministrazione di terapie particolari. 

Si e’ in grado di individuare alterazioni e lesioni oftalmologiche non sintomatiche per il paziente.

Il campo visivo viene utilizzato per il rinnovo della patente di guida in pazienti monocoli funzionali, cioe’ che vedono solo con un occhio. Al campo visivo vengono generalmente associati altri esami specifici:

- LA SENSIBILITA’ AL CONTRASTO: valutare la capacità di discriminare stimoli chiari e scuri;

- LA VISIONE CREPUSCOLARE: la valutazione della reale capacità della visione notturna del soggetto;

- LA SENSIBILITA’ ALL’ABBAGLIAMENTO: la valutazione della capacità di rispondere agli stimoli luminosi strutturati a seguito di un intenso abbagliamento.

Se il soggetto è sano e non ha patologie tutti i test risulteranno normali.